box google adsense orizzonatale

venerdì 20 aprile 2018

Il venerdì del libro #29 - Arabesque

Arabesque

Alessia Gazzola

Tutto è cambiato, per Alice Allevi: è un mondo nuovo quello che la attende fuori dall’Istituto di Medicina Legale in cui ha trascorso anni complicati ma, a loro modo, felici. Alice infatti non è più una specializzanda, ma è a pieno titolo una Specialista in Medicina Legale. E la luminosa (forse) e accidentata (quasi sicuramente) avventura della libera professione la attende. Ma la libertà tanto desiderata ha un sapore dolce amaro: di nuovo single dopo una lunga storia d’amore, Alice teme di perdere i suoi punti di riferimento. Tutti tranne uno: l’affascinante e intrattabile Claudio Conforti, detto CC, medico legale di comprovata professionalità e rinomata spietatezza. Quando le capita il suo primo incarico di consulenza per un magistrato, Alice si rimbocca le maniche e sfodera il meglio di sé. Al centro del caso c’è una donna di 45 anni, un tempo étoile della Scala e oggi proprietaria di una scuola di danza. In apparenza è deceduta per cause naturali. Eppure, Alice ha i suoi sospetti e per quanto vorrebbe che le cose, per una volta almeno, fossero semplici, la realtà è sempre pronta a disattenderla. Perché, grazie alla sua sensibilità e al suo intuito, Alice inizia a scoprire inquietanti segreti nel passato della donna, legati all’universo – tanto affascinante quanto spietato e competitivo – del balletto classico…

Alice Allevi non è al Kay Scarpetta de noartri, però la serie dell'Allieva è molto godibile: c'è un po' di giallo, un po' di rosa e anche qualcosa di noir. 
Trasparelena li consiglia più della fiction che ne hanno tratto. 

Con questo post il Traspablog partecipa al venerdì del libro
recensione e foto www.ibs.it

2 commenti:

  1. Ho letto altri romanzi della Allevi con piacere. Mi segno anche questo titolo, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo è l'ultimo della serie !! (ultimo in ordine di tempo, non ultimo nel senso che non ne farà più, perchè in verità lascia la solita porta aperta ;)

      Elimina

L'educazione è molto apprezzata