box google adsense orizzonatale

venerdì 13 ottobre 2017

Il venerdì del libro #2 - Harry Potter e la pietra filosofale

J.K. Rowling
Harry Potter e la pietra filosofale
Salani
Trasparelena ha comprato questo libro per la BambinaGrande, sperando che si appassionasse alla saga, dopo che con il GGG di Roald Dahl si stava appassionando alla lettura. 
E' stato un buco nell'acqua, l'ha trovato noioso e non l'ha nemmeno finito.
Trasparelena allora ha deciso di leggerlo lei, primo perchè voleva capire cosa gli undicenni di oggi trovano noioso e poi perchè tante amiche glie ne avevano parlato con entusiasmo (e non solo come lettura per ragazzi) 
Trasparelena è rimasta molto delusa, e ha capito perchè la BambinaGrande non l'ha finito.
Cose ne succedono tante, ma son tutte più che altro accennate. 
Forse perchè si tratta di un libro per ragazzi ma, da adulta, Trasparelena avrebbe gradito qualcosa di diverso, perchè così non si è  sentita coinvolta e non è riuscita a "entrare" nella storia. 

A ripensarci Trasparelena non crede di non essere riuscita a "entrare" nella storia perchè si tratta di un libro per ragazzi, perchè con Wonder  ci è riuscita benissimo. Ha addirittura pianto in certi punti! 

A questo punto, Trasparelena non si spiega tutto il successo avuto da questa saga, e si domanda se forse è lei che non la capisce

Con questo post il Traspablog partecipa al venerdì del libro

7 commenti:

  1. Harry Potter è molto "estremo": o lo ami o lo odi, non esistono linee di mezzo. Bisognerebbe capire anche se il genere è gradito alla bambina, perché non è affatto vero che i cosiddetti "libri per ragazzi" piacciano davvero a tutti i ragazzi. Ad esempio Matilde è appassionata di letteratura fantasy per bambini, ma alcuni generi non le piacciono affatto nonostante siano molto gettonati tra i suoi coetanei.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh io non lo odio, ma continuo a non giustificare tutto il merchandising che ci sta intorno. Ma forse quello è dovuto più ai film...........

      Elimina
  2. È anche vero che il primo libro è una specie di Gian Burrasca ambientato in un mondo di magia. Il secondo già migliora. Dopo il terzo non puoi più farne a meno ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh se la metti così mi tocca leggere pure gli altri allora! ;)

      Elimina
  3. Il primo è molto semplice, ma spalanca un mondo. Io sono una folle lettrice appassionatissima e ho divorato i primi quattro libri in quattro giorni. Poi ho dovuto pazientemente attendere che venissero pubblicati gli altri. Io li considero, nell'insieme , ottima letteratura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sapevo che mi avreste convinta a leggere anche gli altri... provvederò, prima o poi!

      Elimina
  4. io l'ho sempre adorato, in ogni capitolo!
    I primi due sono molto semplici, adatti a ragazzini.
    Più cresce Harry più cresce la complessità delle trame e la profondità dei temi

    RispondiElimina

L'educazione è molto apprezzata