box google adsense orizzonatale

venerdì 5 agosto 2016

Pulirella (con incredibile tutorial)

Trasparelena nell'ultima settimana, complice la visione di "malati di pulito" su real-time* è stata travolta da pulirella incoercibile.
Così Trasparelena ha sfruttato le ore di recupero dopo l'ultima attività antelucana in ufficio per darsi alla casalinghitudine come se non ci fosse un domani.
Nonostante non sia proprio una brava massaia s'è documentata su internet e con le amiche, nonchè con la Traspanonna e si è attivata per pulire il forno con il bicarbonato.
Trasparelena infatti non voleva intossicarsi e intossicare le future preparazioni con qualche prodotto chimico, quindi dopo una mezz'ora di contemplazione del reparto detersivi del supermercato s'è decisa a provare la strada ecologica del bicarbonato (peraltro strada parecchio economica), e siccome è stata soddisfatta si accinge a condividere il sapere con il seguente tutorial 

Come pulire il forno con il bicarbonato e l'aceto di vino
Cosa occorre

  1. una  confezione piccola di bicarbonato di sodio -> al supermercato 68 cents
  2. un paio di cucchiai di aceto di vino bianco, il più scarso che c'è va bene
  3. una tazza grande o una ciotola
  4. acqua qb
  5. spugna per i piatti (che poi facilmente andrà buttata)
preparare nella tazza una pappetta versando circa metà confezione di bicarbonato e bagnando con acqua finchè non diventa una cosa densa ma morbida. Quindi si aggiungono circa 2 cucchiai di aceto (o più) facendo attenzione che fa una schiumetta per qualche secondo. In caso diventi troppo liquida si aggiunge altro bicarbonato.
A questo punto si spalma sul forno con abbondanza usando la spugna sfregando leggermente soprattutto sulle zone più sporche. 
Fare attenzione che la parte abrasiva della spugna potrebbe magari graffiare la vernice, quindi usare la parte non abrasiva o provare in una zona nascosta.
Fare attenzione a non passare sulla serpentina o a non far entrare nelle feritoie della ventola.
Lasciar agire circa 10 minuti, durante i quali si possono per esempio lavare con detersivo dei piatti la leccarda e la griglia (che in caso siano molto incrostate possono subire lo stesso trattamento del resto del forno)
A questo punto si sfrega il forno e poi si rimuove il bicarbonato in eccesso e si risciacqua. 
La fase di sfregatura si può fare con la parte morbida della spugna, perchè il bicarbonato svolte un'azione leggermente abrasiva che pulisce senza rovinare.
Trasparelena ha dovuto insistere qualche minuto in più sul vetro che era particolarmente incrostato ma in tutto ci ha impiegato davvero poco.
Il risciacquo non dà grossi problemi, dato che il bicarbonato non fa schiuma e che comunque si tratta di un componente naturale e non tossico, per cui eventuali residui che dovessero rimanere non faranno troppo danno sulle successive preparazioni


Il risultato di questa operazione è stata duplice: forno splendente e mani morbidissime

*realt-time non la paga per promuovere la trasmissione, ci tiene a precisarlo

Nessun commento:

Posta un commento

L'educazione è molto apprezzata