box google adsense orizzonatale

mercoledì 20 maggio 2015

Marie Kondo: il magico potere del riordino - SPOILER

Premessa: se vuoi leggere il libro non procedere nella lettura di questo post. Perchè vi dico chiaro cosa ne penso, e potrebbe non piacervi, soprattutto se il libro l'avete già comprato*.

Trasparelena non è una persona ordinata.

Tutt'altro

Trasparelena metterebbe il pigiama un giorno al dritto e il successivo al rovescio, se il Traspamarito non provvedesse (quasi) sempre a girarglielo e piegarglielo.

Trasparelena poi avrebbe sempre il tavolo del soggiorno pieno di cose appoggiate, se il Traspamarito periodicamente non cominciasse a fare mucchietti e a chiedere "questo si può buttare?" e "quello dove va?" 

Trasparelena quindi si è avvicinata al libro con speranza, più che con fiducia. Perchè onestamente lei sperava di trovare il segreto del Graal, il bandolo della matassa del suo disordine endemico. La soluzione a tutti i suoi problemi.

E invece

E invece si è trovata consigli tipo

_non lasciare i panni asciutti sul pavimento ma piegali e mettili via_
ma no? 

_il cambio dell'armadio è poco funzionale. Fai il cassetto dei maglioni e quello delle magliette_
certo se hai lo spazio per farlo è un'ottima idea. Trasparelena quando ha progettato i Traspa-armadi della Traspacasa li ha organizzati proprio come suggerito dalla Kondo, e non ha dovuto certo leggerlo in un libro. Nella casina precedente però lo spazio per fare il cassetto dei maglioni e quello delle magliette non c'era... se non hai lo spazio hai poco da dire che il cambio dell'armadio non va fatto!

_butta via le cose che non ti servono_
Su quest'ultima massima Trasparelena potrebbe avere margini di miglioramento, perchè lei è una che conserva troppo, e lo sa. Però quando ha letto del buttare i libri è inorridita. Pure se nella Traspacasa i libri son proprio pochi, e non perchè non si legga ma perchè si fa grande uso della Biblioteca comunale* (da dove è stato preso in prestito anche il libro della Kondo) o dell'e-book reader. E poi un po' le ha dato fastidio proprio l'insistenza sul buttare via. Perchè è uno spreco. Nella società di oggi si butta via troppo, si dovrebbe invece imparare a riutilizzare, riciclare o regalare o rivendere (per esempio i vestiti non rovinati o i libri).

Le è invece venuto da ridere in quelle parti dove Mrs Kondo si accaniva su concetti come 
_ringrazia i vestiti per averti coperto durante la giornata e poi mettili nell'armadio_
a parte che i vestiti appena tolti o li metti a lavare o li metti a prendere aria, chiuderli subito nell'armadio non è che sia il top dell'igiene, ma ringraziare???
e anche _ogni sera svuota la tua borsa e mettila via, ovviamente ringraziandola, e ogni mattina valla a riprendere e riempila e portatela appresso_
Trasparelena non svuota la sua borsa da circa 8 mesi, e comunque parte delle cose che stanno in borsa non hanno un altro posto dove stare. Il loro posto è la borsa. E oltretutto se la svuotasse ogni sera rischierebbe di dimenticarsi a casa la metà delle cose al mattino successivo, a parte il fatto che è un grosso grossissimo spreco di tempo.

Insomma a Trasparelena questo libro è sembrato una fesseria. Una roba inutile e uno spreco di tempo
E l'ha letto tutto, perchè ad ogni pagina sperava che la rivelazione le arrivasse alla pagina successiva.
E non l'ha trovato nemmeno un libro noioso. Inutile sì, ma non noioso, anzi a tratti anche divertente, soprattutto nei racconti di riordino delle clienti della Kondo. Perchè diciamolo, il mondo è pieno di gente strana, e il Giappone non fa eccezione.

Un post divertente lo trovate qui. Con citazioni più precise delle mie.
Se invece avete già letto il libro e siete rimasti folgorati sulla via di Damasco sicuramente vi piacerà questo blog 

7 commenti:

  1. Ah ah ah!!
    Ho letto un sacco di recensioni positive di questo manualetto, così come di quelli "pratici" di varie supermamme e esperte di moda...le poche volte che mi sono lasciata tentare sono sempre rimasta delusa, perchè sono spesso la fiera dell'ovvietà.
    L'unica cosa che apprezzo di questi libri è la capacità delle autrici di venderli nonostante tutto e ricavarci un bel reddito!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora alla Kondo è andata male, con me. Io l'ho preso in biblioteca!

      Elimina
    2. Ora mi ricordo del tuo post! LO avevo anche cercato per inseirirlo tra quelli linkatu nel post ma ricordavo il contenuto è non l'autore...mannaggia! Comunque ora che l'ho letto confermo la tua opinione e la mia sincera ammirazione per come sia riuscita a fare soldi vendendo questo libro e le sue "lezioni"! P.s. E io sono pure una ordinata, anche se tendo a accumulare libri.

      Elimina
  2. illuminante questo tuo post... anche perchè pure io lo avrei letto sperando di trovare la soluzione al mio caos e mi hai risparmiato un inutile spreco di tempo e hai ragione sono inorridita pure io al solo pensiero di buttare i libri, io ne ho portati tanti nella biblioteca della mia città...

    RispondiElimina
  3. Ho comprato il libro una settimana fa, non l'ho ancora letto ma ho dato un'occhiata a qualche pagina sparsa: mi ha lasciato perplessa la faccenda della borsa (che spreco di tempo l'idea di svuotarla tutte le sere sebbene io ci lasci dentro appunti di lavoro ormai superati e cose futili per mesi e mesi). Al momento ho messo in pratica solo il consiglio sui libri: quelli che non hai letto negli ultimi dieci anni, non li leggerai mai o una cosa del genere. Ne ho trovati diversi che giacciono nella libreria da anni e che davvero non leggerò mai (quasi tutti regalati perché quelli che acquisto in genere li leggo o ho la presunzione di credere che prima o poi li leggerò). Buttarli non se ne parla neanche, è capitato a fagiolo un mercatino dei libri organizzato dalla scuola per raccogliere fondi e li ho portati lì.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esatto, che spreco di tempo svuotare la borsa tutte le sere!!!
      Comunque se lo prendi con un certo spirito questo libro può anche essere divertente!!

      Elimina

L'educazione è molto apprezzata