box google adsense orizzonatale

giovedì 5 luglio 2012

Il cinema di sera

Come dicevo ieri, approfittando della vacanza dai Traspanonni della BambinaGrande, siamo andati al cinema. Di sera.

Non ci capitava da sei anni buoni.

Non è che in questi sei anni non siamo mai andati al cinema eh, ma non ci siamo mai andati di sera.

E non è la stessa cosa.

La sera c'è un'atmosfera diversa, un relax diverso, forse pure una diversa predisposizione mentale

E siamo andati a una proiezione alle 21.00, non di notte. 

Abbiamo visto "Quasi amici" che non è un film recentissimo, ma la nostra pluriennale latitanza dalle sale ce lo ha reso come una prima visione, a prezzo più basso, che non guasta.

E un film bellissimo, che mi sento di consigliare a tutti. Ho riso fino alle lacrime. E pianto.
La colonna sonora è spettacolare, struggente e divertente allo stesso tempo.
E' un film molto delicato, che tratta un argomento particolarmente difficile come la tetraplegia con una schiettezza e a tratti anche una irriverenza mai volgari e mai fastidiosi.

E la cosa veramente toccante è che è una storia vera.

Una frase su tutte mi ha colpito: a un certo punto il protagonista tetraplegico dice a un suo conoscente che la cosa che gli piace di più è che il ragazzo che bada a lui si dimentica della sua infermità, non lo guarda con pietà o commiserazione. E questo è forse il più importante insegnamento.

Ho linkato la pagina di wikipedia del film, ma il riassunto non lo leggete, che non rende per niente. Molto meglio vedere il trailer


2 commenti:

  1. Ne ho sentito parlare molto bene... aspetteremo di vederlo a casa visto che anche noi siamo super latitanti dl cinema... per ora circa 4 anni...
    Ps.stiamo bene... accampamento montato ...bebe va in bici anche al bagno e ha nuovi amicilhetti e il cugino col quale gioca tantissimo...
    ora provo a pubblicare.... sono col tablet del marito e s ci riesco saro fiera di me..

    RispondiElimina
  2. @Tatina ciao! che costanza col tablet, io lo odio il tablet! (mi serve la tastiera :-)

    RispondiElimina

L'educazione è molto apprezzata