box google adsense orizzonatale

martedì 8 maggio 2012

Impossible is nothing

Sabato mattina, supermercato.
Mentre il Traspamarito-maratoneta va a correre la BambinaGrande e la di-lei Traspamamma vanno al bar a fare colazione, che ci piace fare colazione in relax al bar nel weekend.

La BambinaGrande s'è portata i biscotti da casa, quindi la faccio sedere a un tavolino, dove appoggio anche la mia brioche, mentre vado al banco a prendere il suo latte-bianco-tiepido-senzaschiuma e il mio cappuccino.

Mentre io faccio la coda lei si toglie la giacca e la sciarpa, e li appoggia sulla sedia, poi si siede e mi aspetta, cercando di aprire i biscotti. 
Le porto il latte e torno al banco per il mio cappuccino, che se lo son perso. Nel frattempo lei inizia a mangiare.
Dopo circa 2 minuti mi siedo vicino a lei e qui succede l'incredibile
L'impensabile, fino a poco fa
Una cosa che ti fa sentire veramente una mamma realizzata.

Un signore, mi fa i complimenti per la bambina, per come è stata buona ed educata a mangiarsi i suoi biscottini mentre io facevo la fila al banco.

Ecco

Se non avessi letto giusto il giorno prima questo post e soprattutto questo articolo probabilmente mi sarei pure commossa. 

Invece ho ringraziato un po' velocemente e mi son seduta a fare colazione.

Poi ci ho pensato. 

In effetti quel signore non si è avvicinato minimamente alla bambina, non si è nemmeno alzato dal suo tavolino, che si era vicino, ma comunque non attaccato. E forse pensare sempre male non va bene.

E contemporaneamente due altri signori (che potevano essere due nonni, un uomo e una donna) mi guardavano compiaciuti, dando mostra di aver anche loro apprezzato l'educazione della bambina.

Quindi mi sono rilassata, e mi sono sentita fiera di lei, e anche un po' fiera di me. 
Perchè non l'avrei mai detto che il mio Mostro sarebbe diventato una bambina che si sa comportare. O forse si, ma avevo paura che non sarei stata capace di insegnarglielo.




5 commenti:

  1. Ma si, ci vuole un po' di buon senso, sempre nella valutazione delle dinamiche relazionali che riguardano i nostri figli.
    E' complicato non esagerare, in un senso o nell'altro. Io non sono ansiosa e tendo a minimizzare, fino a quando non arrivano i conigli nani...

    RispondiElimina
  2. @Silvia: hai ragione e in effetti poi ripensandoci mi è spiaciuto aver pensato male (e peraltro ho iniziato a gongolare per il complimento, ehm)

    RispondiElimina
  3. Non riesco ad aprire gli articoli... Anch'io sarei stata molto sospettosa... ma che orgoglio dopo! Brava BambinaGrande... glielo hai detto?

    RispondiElimina
  4. si devi essere orgogliosa e x l'altra questione, ci vuole buon senso e fortuna. io sono sempre piuttosto paranoica sugli avvicinamenti altrui alle mie figlie, ma di fatto per ora mi è capitato una volta sola di dover allontanare qualcuno (il quale nella migliore delle tradiZioni cercava di far prendere alla mia 4enne delle caramelle, ma dimmi tu!!)

    RispondiElimina
  5. @Tatina, certo che le ho detto brava, comunque nei luoghi pubblici mi fa sempre fare bella figura, devo dire!
    @wide, ma davvero hanno offerto le caramelle alla tua 4-enne? pauuuura

    RispondiElimina

L'educazione è molto apprezzata