box google adsense orizzonatale

martedì 17 maggio 2011

Della vuotezza

Ieri, ho vinto l'ennesima gita dal dentista (e non aggiungo altro che il tema Traspadenti è abbastanza lungo e travagliato).
Il mio dentista, da cui vado da quando avevo 6 anni, sta a un'ora di mezzi pubblici dalla Traspacasa e dal Traspaufficio. Tocca prendere il tram e la metropolitana

_prevengo la domanda: vado da questo dentista perchè mi fido, perchè quando aveva 6 anni aveva lo studio in un posto più pratico e più vicino a casa mia, poi s'è spostato (3 volte) e l'ho seguito_

Io non sono più abituata a prendere tanto i mezzi, dato che il Traspaufficio e la Traspacasa sono a 5 minuti di  macchina tra loro ma se dovessi andarci con i mezzi mi servirebbero due ore per quanto son serviti male.
Io non sono più abituata a prendere tanto i mezzi quindi mi diverto ad osservare la gente...

Ieri mentre ero di ritorno sono saliti due ragazzi, lei 16 enne, lui 17 o forse 18 enne. Lei si è seduta di fronte a me, ha buttato con nonchalance parte della sua chioma (bellissima peraltro) addosso alla vicina di posto, per stare voltata e guardare il suo accompagnatore, e ha iniziato un comizio.

Un comizio perchè parlava a voce parecchio alta.

Quindi era impossibile non ascoltarla.

Ha esordito dicendo che fumava e che ha tenuto la cosa nascosta a tutti per anni e che poi i suoi l'hanno scoperta e sua madre _povera scema_ si è messa a piangere (e già al _povera scema_ mi è venuto voglia di ribaltarla)
Poi a iniziato a parlare di macchine, e a dire che voleva la mini cooper, quella blu col tetto con la bandiera degli USA (che a me pareva che fosse la bandiera UK  ma vabbè) e che la suddetta auto costava 30000 euro, o anche 35000
E poi è iniziato il "bello".
Poi si è messa a dire che dopo il diploma sarebbe andata in Isralele a fare il militare. Il ragazzo che c'era con lei allora ha provato a dirle che forse non era il caso, e lei si è lanciata in un monologo allucinante sul fatto che suo padre aveva degli amici militari in Isralele pezzi grossi e quindi lei sarebbe entrata nell'esercito già alta di grado perchè raccomandata e avrebbe potuto andare a fare il servizio dove voleva e lei sarebbe andata nel deserto, ma solo dal lunedì al venerdì perchè nel weekend sarebbe stata a casa di altri amici suoi (o del padre, non ho capito). Perchè se sei raccomandato allora fai quello che vuoi, se no devi fare la gavetta.
Il ragazzo che c'era con lei ha provato a farle notare che fare il militare non è una passeggiata, che si fa carriera solo se si rimane nell'esercito per tanti anni e cose del genere e lei ha ribattuto bellamente che magari si faceva mettere nel Mossad, e che comunque ci sarebbe stata 2 anni (dai 19 ai 21) e poi sarebbe tornata e si sarebbe iscritta ad architettura così a 25 anni si sarebbe laureata (e qui a me pareva che architettura fosse una facoltà di 5 anni, e comunque abbastanza tosta, ma magari con le riforme di MaryStar le cose sono un po' cambiate)

Io la ascoltavo e mi prendeva l'ansia.
Se mia figlia a 16 anni farà discorsi di quel tipo io mi riterrò fallita come madre.
Ma è possibile che una ragazza di quell'età non abbia minimamente voglia di costruirsi un futuro con le sue forze? Ma è possibile che il concetto della raccomandazione, del conoscere le persone giuste, si sia così tanto radicato?
Si, direi che è possibile. Infatti la persona che ci governa da 18 anni (circa) ci sta inculcando esattamente questo concetto, recentemente integrato dal fornire favori sessuali per far carriera più rapidamente.

Qui non va bene, non va bene per niente, ci vuole una svolta.
Ci vuole una svolta e forse c'è stata.
Ieri Fassino è stato eletto sindaco al primo turno e Pisapia ha incredibilmente sopravanzato DonnaLetizia di un bel po'. E a Napoli ha fatto un risultato incredibile un candidato dell'IDV.
Forse il palesarsi del bungabunga non è stato negativo. Forse c'è voglia di rinnovamento. Forse c'è speranza in un futuro migliore, un futuro di uguaglianza.

Ieri mentre ascoltavo questa ragazza ho avuto più volte voglia di intervenire, di chiederle se non si rendeva conto del poco orgoglio che aveva, di prenderla anche a sberle. Ma non l'ho fatto
Però sono arrivata a casa con la febbre

5 commenti:

  1. mi fanno paura... queste persone mi fanno paura...
    Tocca a noi... siamo noi che dobbiamo lavorare molto per contrastare questo pensare comune... questo dirsi: io sono furbo e ti frego...
    è terribile...

    RispondiElimina
  2. @Tatina anche a me fanno paura... ero indecisa se prenderla a sberle o mettermi a piangere, terribile.
    Poi però son saliti due altri ragazzetti pure vestiti un po' da truzzi che commentavano con entusiasmo gli exit poll delle comunali, e mi son sentita confortata

    RispondiElimina
  3. eheheh io spero vivamente che il papi riesca a mandarla davvero a fare il militare in Israele (che non è come immagina lei) forse torna migliore.
    Tu non preoccuparti i figli crescono seguendo l'imprinting dei genitori, e il tuo mi pare ottimo ;)

    RispondiElimina
  4. ussignur. non vorrei MAI essere nei panni della mamma di questa cretinetta (mia mamma mi diceva cretinetta quando ne combinavo una, ed è rimasto un appellativo assai ignominioso per me)!
    oppure sì, giusto dieci minuti, per prendermi a sberle da sola.

    RispondiElimina
  5. @Daniela, speriamo!!
    @Nuvole, esatto, pure io fossi la madre mi prenderei a sberle da sola (dopo averla chiusa in camera sua e aver buttato la chiave, ovviamente)

    RispondiElimina

L'educazione è molto apprezzata