box google adsense orizzonatale

venerdì 5 novembre 2010

Tenera è la notte. O no?

Il lettino della  BambinaGrande
Io spesso mi lamento della BambinaGrande che è stata una bambina faticosa. Però se ci rifletto bene ci son state cose in cui è stata brava. Ad esempio la notte.
Sarà che noi già da quando era appena nata abbiamo pensato sempre a lei come a una personcina, non come una nostra appendice ma l'abbiamo sempre spronata a dormire nel suo letto (anche perchè avevo paura di schiacciarla a dormire con lei). E infatti ha iniziato a dormire tutta notte quando aveva 40 giorni. Ha dormito in camera con noi, ma nel suo lettino, fino ai 18 mesi, perchè non avevamo la cameretta, ma appena traslocato avendo la cameretta ci ha subito dormito.
Da quando aveva 25 mesi dorme in un letto più da grandi, senza le spondine, eppure non ce la troviamo mai nel nostro letto durante la notte. Se si sveglia ci (mi) chiama e io vado da lei. Ma generalmente, cioè se non è malata, basta che io le dia un po' di acqua e le dica che è ancora notte, che lei si volti dall'altra parte e vada avanti a dormire fino al mattino.
Al mattino, sa che può venire nel lettone per le coccole quando sente suonare la sveglia (che è una radiosveglia). E ovviamente la accogliamo sempre con gioia.
A me sembra una gestione normale del riposo notturno, anche perchè la BambinaGrande ha più di 4 anni!

Eppure recentemente ho sentito più di un'amica raccontare cose che ai miei occhi sembrano raccapriccianti: la vicina di sotto, che mi dice che il figlio di 3 anni ha sempre (SEMPRE) dormito nel lettone con loro e ora son 3 giorni che dorme nel suo letto e loro la notte si fanno i turni per andare a vedere se respira (e per fortuna è un bambino sano, senza particolari patologie) cosa che io facevo quando aveva pochi mesi... ora non mi verrebbe mai in mente di andare la notte a vedere se respira, a meno che sia già sveglia e magari se mi sembra faccia freddo/caldo vado a vedere se le coperte sono adeguate.
Oppure ho sentito amici con 2 figli dormire in 4 nella camera matrimoniale perchè i lettini dei figli (5 e 3 anni) sono in camera con loro pur avendo la cameretta 
Io non capisco
E mi chiedo: quanto è il bambino ad aver bisogno di dormire coi genitori? Quanto sono invece i genitori ad aver bisogno di questo contatto notturno col bambino?

Io non mi sento una cattiva madre perchè faccio dormire mia figlia in camera sua (con la porta aperta eh, non è che la chiudiamo dentro) e mia figlia non mi sembra una bambina non serena per questo. 
E mi domando come si possa riposare in 3 in un letto da 2... come si possa accettare di dormire con il figlio e mandare il marito in cameretta (perchè un collega mi ha raccontato che loro hanno adottato questa gestione).

3 commenti:

  1. Noi abbiamo optato per il cosleeping con Leti: navetta accanto al letto prima, poi direttamente nel lettone, poi letto a tre piazze... ha deciso da sola quando spostarsi nel suo lettino, nella sua stanza... Ho trovato sempre molto dolce dormire con lei, ideale per l'allattamento, ottimo per riuscire a dormire tutti... Ti consiglio la visione di questo video per capire le ragioni delle scelte "ad alto contatto"... detto questo, ogni bimbo è a sè, ha la propria relazione col sonno... l'importante, secondo me, è ascoltarsi reciprocamente, non escludendo a priori nessuna decisione che, per quanto insolita, può essere la migliore per tutti se ci si libera dai preconcetti e dai luoghi comuni (tipo lettone=intimità coniugale... come se fosse solo lì!).

    RispondiElimina
  2. Anche noi abbiamo sempre optato per far dormire Tia nel suo letto. I primi mesi dormiva nella navetta nella nostra camera, poi, quando è arrivato il lettino nella sua cameretta, ha cominciato a dormirci, sempre addormentandosi da solo. Da quando ha due anni però ha cominciato a venire nel lettone da solo, verso le 5 o le 6 di mattina e noi siamo ben felici di accoglierlo. Come dice PiccolaLory, ogni bimbo, ogni personcina è a sè, ha le sue esigenze, i suoi tempi ed i suoi ritmi. L'essenziale, secondo me, è cercare di venirsi incontro, senza che nessuno debba rinuncare a niente.

    RispondiElimina
  3. @Piccolalory, in verità io non pensavo alla questione dell'intimità coniugale, assolutamente. E' che proprio io non riesco a dormire con la bambina nel letto, non riesco a rilssarmi... (ho fatto fatica pure ad abituarmi al Traspamarito in verità)
    @Lizzina, pure noi quando la BambinaGrande la mattina viene nel lettone la accogliamo con gioia, il problema è che se viene di notte è perchè vuol parlare, ed è garantito che non si dorme più :-(

    In generale comunque probabilmente è stata anche la BambinaGrande che ci ha messo del suo, perchè non l'abbiamo mai forzata (nè lasciata a piangere da sola nel lettino, ad esempio, che proprio non potrei) anche se devo ammettere che per un lungo mese, quando stava mettendo premolari, io ho dormito per terra accanto al suo lettino.

    RispondiElimina

L'educazione è molto apprezzata