box google adsense orizzonatale

mercoledì 3 febbraio 2010

Al Circo

Domenica, complici il gelo, una BambinaGrande convalescente e alcune simpatiche locandine sparse per il nostro paese abbiamo deciso di andare al circo

Al circo Russo.

Ecco, probabilmente Russo era il cognome del proprietario, perchè a parte due inservienti che potevano essere albanesi, tutti gli altri mi parevano più autoctoni di me.

Trattavasi di circo con una sola piccola pista, con un numero di artisti pari a circa 10 e come animali 5 cavalli, 3 cammelli, un micropony e un tot di serpentelli che per quel che si capiva potevano pure essere di gomma.

Da un lato è stato un bene che gli animali fossero pochi, perchè già a vedere il primo cavallo mi è venuta una fortissima tentazione di chiamare la protezione animali. 

Le attrazioni facevano abbastanza cadere le braccia. A parte un giocoliere che era molto simpatico e un equilibrista che in effetti ha fatto anche delle cose molto difficili il resto lasciava molto a desiderare: tra tutti la contorsionista che come contorsione HA FATTO IL PONTE cosa che qualsiasi bambina che abbia fatto un corso di 3 mesi di ginnastica artistica saprebbe fare e un domatore di serpenti poi rasentava proprio il patetico (la presunta contorsionista almeno aveva una bella tutina ed era una bella ragazza)

Perchè tutto ciò dovrebbe essere antigienico?

innanzitutto perchè c'era una puzza di stalla pazzesca, e poi perchè ad un certo punto un simpatico cammello ha fatto i suoi bisogni in mezzo alla pista e presentatore l'ha rimossa usando una scopa di saggina che due microsecondi prima avevano usato con il clown (ovviamente immancabile) per darsi delle legnate in testa.

Dopo due secondi lo stesso clown ha iniziato una gag in cui con un piumino della polvere lucidava le teste pelate degli spettatori. Non serve dire che si scansavano tutti per non farsi toccare dal piumino... 

Il tutto per fantastici 42 euro (2 adulti e una bambina di 3 anni) grazie a una signora che ci ha regalato un buono sconto da 9 euro che le avanzava. 

Ecco, io sarò forse avara, ma per una cifra così mi sarei aspettata un livello un po' più elevato, soprattutto igienico.

Ma al circo Orfei il biglietto quanto costerà? 

Nessun commento:

Posta un commento

L'educazione è molto apprezzata