box google adsense orizzonatale

mercoledì 25 novembre 2009

Per Caia - e corollario al post precedente

Cara Caia,

ci sono bambini che giocano da soli, tanto, tantissimo, già a 2 anni, anche prima (ne conosco una che giocava da sola già prima dell'anno).

E ci sono bambini che non riescono, che piuttosto che giocare ti fanno la lavastoviglie o ti svuotano la lavatrice (la mia BambinaGrande è bravissima a fare queste due cose) perchè hanno bisogno di stare con te.

Bambini che ogni tanto prendono il ciuccio (ma anche no) perchè ti devono fare la coccolina e poi si fanno prendere in braccio e si appiccicano guancia-guancia.

E che ti dicono "mamma parla con me".

E che ti chiamano solo per catalizzare la tua attenzione.

E da soli non guardano nemmeno i cartoni animati in dvd.

Io rimango stupefatta quando la mia BambinaGrande gioca da sola per 10 minuti, o guarda la Pimpa per 10 minuti (perchè son tutte finestre da 10 minuti, in generale) e in quei 10 minuti ho sviluppato la capacità di fare una quantità di cose che potrei concorrere al guinness dei primati, se solo mi iscrivessi.

Eppure ci sono bambini che giocano da soli tutto il giorno (e giocano, non guardano la tv), e i genitori devono obbligarli ad uscire per andare al parco o in cortile. Questi genitori pagherebbero probabilmente per venire coinvolti nei giochi dei loro bambini, perchè se sei coinvolto sai. Sai come sta, sai se è felice, sai se ha paura di qualcosa. Se il bimbo se ne sta per conto suo secondo me è tutto meno faticoso ma più difficile.

Poi non so, magari dipende dal bambino ma anche dai genitori, che il rapporto che si crea è sempre unico e comunque legato anche al carattere di entrambi.

Io per esempio ho bisogno ancora adesso a volte del contatti fisico con la BambinaGrande, e spesso mi avvicino a lei anche solo per darle un bacio o una carezza, quindi magari anche lei ha lo stesso bisogno nei miei confronti, così come con il Traspamarito si fanno gli scherzi per giocare e si sono creati tutti i loro piccoli riti.

Noi, anche, le parliamo tanto e cerchiamo di spiegarle tutto. Le parlavamo già quando era nella pancia, e anche da neonata le parlavamo come si parla a un adulto, non con le vocine o le parole storpiate (e questa cosa la scrivo perchè me l'hanno fatto notare, che noi le parlavamo come a un grande) e cerchiamo di coinvolgerla in tutte le decisioni che in qualche modo la possono interessare perchè pensiamo che anche se piccola sia comunque una persona e meriti lo stesso rispetto che noi pretendiamo che lei abbia verso di noi. 

Ecco, forse è per questo che non gioca da sola. Oppure no. 

Comunque all'inventore del Lego io ci devo fare un monumento.

Ovviamente di Lego

1 commento:

  1. Lucy il 25/11/09 alle 15:01 via WEB
    Bah, io credo sia solo ed esclusivamente questione di indole e personalità del bambino. Matilde ha sempre giocato da sola, anche a un anno, se ne stava dentro il box tranquilla a infilare i tappi dei vasetti di omogeneizzati dentro un secchiello, poi lo svuotava e ricominciava da capo. Certo, richiedeva attenzione continuamente, ogni sessione di gioco durava al massimo 10 minuti poi aveva bisogno di un'interazione con me o con qualcun altro, però giocava *anche* da sola. Ovviamente i tempi si sono allungati sempre di più e adesso riesce a giocare coi lego o con le barbie oppure colorare anche per più di un'ora senza chiamarmi... Io non credo sia questione di come ci si rapporta col bambino, anche io ho sempre detto tutto a Matilde, la verità su qualsiasi cosa, quando dovevo uscire e quando tornavo. Forse questo l'ha resa più sicura e indipendente e quindi fiduciosa... da qui il "gioco da sola" perché anche se la mamma non è lì davanti a te non se ne scappa, e se è uscita tu lo sai e sai anche che tornerà presto... Boh? :-D Comunque è un bel traguardo! :-D

    ele.sid il 25/11/09 alle 17:11 via WEB
    esatto Lucy, infatti ho scritto forse, oppure no. Comunque è un bel traguardo sicuramente. In generale è una questione di carattere, secondo me, perchè pure se io le dico sempre dove vado e perchè il top per la mia BambinaGrande è di venire con me, infatti viene pure in posti dove si annoia a morte, basta che sta con me (e a me 'sta cosa da un lato mi strugge, mi fa sentire che sto troppo poco tempo con lei, però a lavorare ci devo andare, sgrunt)

    caia coconi il 25/11/09 alle 18:27 via WEB
    grazie trasp! comunque io nel frattempo faccio un monumento di latta all'inventore del cibo in scatola, 'ché con la nulla autonomia che momo ha da me, potrei anche morire di fame ;) un bacio ps io amavo i lego da piccola!!!

    RispondiElimina

L'educazione è molto apprezzata