box google adsense orizzonatale

martedì 26 maggio 2009

I bambini hanno le antenne

I bambini hanno le antenne, non c'è dubbio.

Ma non antenne normali. 

Antenne psicologiche sintonizzate con l'umore e con il timore dei genitori, con le paturnie e con le insicurezze.

Antenne all'incontrario, che se la mamma ha paura che il bimbo cada lui cade, se ha 

paura che si strozzi ecco, si strozzerà, se ha paura che disturbi in chiesa lo farà e se pensa che scapperà in mezzo alla strada non sarà comunque abbastanza veloce da rincorrerlo.

La cosa veramente paradossale è che i genitori lo sanno, eccome se lo sanno. Solo che non è mica facile gestirsi emotivamente in modo da gestire le antenne dei bimbi.

Io almeno non ci riesco. Non ci riesco se sono agitata per qualcosa, se sono triste o se sono arrabbiata. E come il gatto che si morde la coda è una escalation.

Però è da un po' che sono tranquilla, che la situazione lavorativa va più liscia (o forse le ferie si avvicinano a grandi falcate) e sebbene si lavori tanto sono molto positiva. 

E il Mostro con le sue Antenne ha capito, ed è più tranquilla, e fa la brava, e ad esclusione di una breve parentesi sabato sera di isteria dovuta a una Traspamamma snaturata che l'ha lasciata ben 70 minuti da sola col Traspamarito (nonchè di lei padre) proprio nell'ora dell'addormentamento, direi che si sta molto calmando.

Ecco.

L'ho scritto.

Ora mi dovrò ricredere.

Però ora il Mostro è molto molto vicina alla bambina perfetta che mi sono sempre immaginata. Quella che fa il capriccetto, ma che poi le passa e gioca. Quella che ogni tanto mi dà anche un bacino. Quella che fa le cose con me, e mi aiuta. E fa niente se ci mettiamo il doppio del tempo, che ho imparato che è meno stressante metterci il doppio del tempo che cercare di farla stare lontana e lasciarmi finire. 

O forse sono anche io che un po' di più mi sono avvicinata alla mamma perfetta? 

Insomma ci siamo venute incontro.

E ieri la bambina perfetta ha fatto una cosa che sei mesi fa non avrei mai potuto immaginare, e che se ci ripenso mi metto ancora a gongolare.

Ieri c'era, nel parchettotriste vicino alla Traspacasa, una messa di chiusura del mese di maggio, perchè il nostro parroco ha pensato di fare una messa in ogni zona della parrocchia a conclusione del mese di maggio.

Abbiam pensato di andare, che noi non viviamo tanto il quartiere della Traspacasa, o stiamo in zona Traspanonni o nel fantasticocentropedonale e ci sembrava carino invece fare una cosa proprio di zona.

La messa era alle 21.00 quindi dopo cena ci siamo vestiti (poco che faceva caldo di bestia) e ci siamo incamminati, col Mostro/Bambinaperfetta sul passeggino.

Quando siamo arrivati il Mostro/Bambinaperfetta ha salutato il parroco (che conosce) e poi si è fatta dare il ciuccio. 

Ed è stata ferma per tutta la messa.

E in silenzio.

E seduta.

Io ero talmente allibita che un paio di volte le ho messo la mano sulla fronte per sentire se aveva la febbre.

Eravamo pronti io e il Traspamarito a tornarcene a casa in ogni momento, perchè prevedevamo che si sarebbe stufata, ma non ci importava, non sarebbe stata una cosa grave e un giro l'avevamo comunque fatto. 

E invece ce ne siamo stati li tutti e tre belli tranquilli. 

Le sciurette che erano li (per lo più novantenni) erano commosse, la guardavano tutte ammirate. 

Per la prima volta da quando è nata l'ho portata a una messa e la messa l'ho anche seguita.

Alla fine della messa ho preso tanti di quei complimenti che non mi era mai capitato. 

E la Bambinaperfetta ha salutato tutti come una vera principessina dal suo trono-passeggino e l'abbiam portata a casa dove in 10 minuti dormiva.

In un ulteriore sprazzo di ottimismo oggi le ho comprato un asse da stiro giocattolo con ferro annesso, che qui urge stirare e il Traspamaritoincasinato prima delle 7.30 di sera non arriva, quindi non la può distrarre con millemila espedienti onde evitare che si bruci. Ce la farò? Per propiziare l'evento da stamattina mi ripeto come un mantra che è un'ideona e stireremo benissimo e si divertirà tantissimo, sia mai che le antenne captino il mio timore a distanza.

1 commento:

  1. caia coconi il 26/05/09 alle 23:13 via WEB
    grazie! in questo momento ho un forte bisogno di post come questi. ho bisogno di credere che cose come queste che uno spera esistano, succedono. e succedono alle persone normali, non solo nei film. grazie, di cuore.

    Lucy il 27/05/09 alle 09:22 via WEB
    Complimenti per la Bambinaperfetta! Hai ragione, i bambini captano tutte le nostre emozioni e ne vengono influenzati di conseguenza! Per quanto riguarda il ferro da stiro, io non ho mai avuto problemi ad usarlo con la bambina che gironzolava intorno.... è stato sufficiente, la prima volta, spiegarle che il ferro è una cosa pericolosissima che solo la mamma può toccare... le è bastato vedere il vapore da lontano per convincersene! e da allora (aveva poco più di un anno) se ne tiene sempre alla larga... però mi dice che quando avrà 8 anni (che per lei è l'età in cui sarà GRAAAAAAAAAAAAAANDE) lo può toccare :-)

    EricaML il 27/05/09 alle 14:24 via WEB
    queste sono le vere soddisfazioni della vita

    Daniela il 29/05/09 alle 18:13 via WEB
    Ceeerto che puoi partecipare al mio Candy, ne sono felice, complimenti per la bimba. Per quanto riguarda la collaborazione della stirata i miei da piccoli erano i fattorini che andavano a posare nella stanza corrispondente il pezzo stirato di volta in volta, a fine stirata pagamento in bacetti e caramelle ;) Ciao, Daniela

    RispondiElimina

L'educazione è molto apprezzata